Riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità. La Rete: questione che rischia di impattare fortemente la vita di tutti, necessaria discussione in tutti i consigli comunali.

COMUNICATO Raramente si è vista una distanza tale fra la sostanziale mancanza di coinvolgimento della comunità nazionale su un provvedimento, e il peso che questo avrà sulla vita di tutti i cittadini italiani (ed europei).

Continua la lettura di Riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità. La Rete: questione che rischia di impattare fortemente la vita di tutti, necessaria discussione in tutti i consigli comunali.

Oltre 1,7 miliardi di euro di fondi ex GESCAL inutilizzati o stornati per altri utilizzi. Rete delle Città In Comune e Unione Inquilini: inaccettabile!

COMUNICATO – Mentre assistiamo nel più completo silenzio da parte dei Governi che si sono succeduti al montare del dramma sociale della precarietà abitative e del bisogno di una casa a canone sociale, esploso in maniera devastante con la crisi economica di questi anni, scopriamo che esiste un vero e proprio “tesoretto” stimabile in almeno 1.7 miliardi di euro, che giace da anni inutilizzato presso Cassa depositi e Prestiti o alcune Regioni e Comuni, oppure utilizzato per altri tipi di intervento che non hanno nulla a che fare con la realizzazione di case popolari.

Continua la lettura di Oltre 1,7 miliardi di euro di fondi ex GESCAL inutilizzati o stornati per altri utilizzi. Rete delle Città In Comune e Unione Inquilini: inaccettabile!

La Rete delle Città in comune aderisce alla manifestazione del 1 novembre contro l’attacco alla Siria e in solidarietà con il popolo kurdoa

Manifestazione contro l’attacco turco in Siria e pro popolo curdo venerdì 1° novembre a Roma. Adesione della Rete delle Città in Comune. Non molleremo nelle istituzioni e sui territori. Si gridi con forza la necessità di fermare la barbarie. Continua la lettura di La Rete delle Città in comune aderisce alla manifestazione del 1 novembre contro l’attacco alla Siria e in solidarietà con il popolo kurdoa

Attacco in Siria. Superate le 500 firme all’appello delle amministratrici e amministratori locali

Cinquecento! Questo circa il numero di sindaci, amministratrici e amministratori locali, ecc che hanno firmato ad ora l’appello promosso dalla Rete delle città in comune per fermare la tragedia che si sta consumando nel nord della Siria, a sostegno del popolo curdo e contro l’aggressione turca.

Continua la lettura di Attacco in Siria. Superate le 500 firme all’appello delle amministratrici e amministratori locali

APPELLO DI AMMINISTRATORI E AMMINISTRATRICI LOCALI Non lasciamo solo il popolo curdo. Fermiamo l’attacco turco in Siria.

“Siamo pubblici amministratori ed amministratrici estremamente preoccupati dell’escalation di violenza che si è scatenata in Medio Oriente, con l’avvio dell’invasione turca del Nord della Siria. Siamo di fronte a una palese violazione di ogni benché minimo diritto internazionale, all’avvio di una guerra tragica e drammatica che deve essere scongiurata.”

FIRMA L’APPELLO

Continua la lettura di APPELLO DI AMMINISTRATORI E AMMINISTRATRICI LOCALI Non lasciamo solo il popolo curdo. Fermiamo l’attacco turco in Siria.

Domani giornata nazionale “sfratti zero”. La Rete: piaga sociale misconosciuta. Noi impegnati in tutta Italia per una svolta. Nelle istituzioni e nelle piazze.

COMUNICATO La Rete delle Città in Comune sarà in piazza, in tutte le città italiane in cui è presente, alle iniziative di mobilitazione promosse per il prossimo 10 ottobre dall’Unione Inquilini per
la giornata nazionale “Sfratti Zero”.

Continua la lettura di Domani giornata nazionale “sfratti zero”. La Rete: piaga sociale misconosciuta. Noi impegnati in tutta Italia per una svolta. Nelle istituzioni e nelle piazze.

No alla concorrenza sulla pelle dei lavoratori. A parità di mansione parità di salario. Importante ordine del giorno approvato a Pisa.

Il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato all’unanimità, il 1° ottobre 2019,   un ordine del giorno proposto da Ciccio Auletta di Diritti in Comune, con il quale si impegna la Giunta affinché nei presenti e futuri contratti esternalizzati almeno delle Società in house e di quelle in cui il Comune ha quote azionarie significative, data la legislazione vigente, sia applicata la clausola “parità di salario a parità di mansione” e conseguentemente il contratto di lavoro in vigore presso l’Ente appaltante. Continua la lettura di No alla concorrenza sulla pelle dei lavoratori. A parità di mansione parità di salario. Importante ordine del giorno approvato a Pisa.

Friday for future. Città in Comune: impegnati – non da oggi – nel movimento e negli obbiettivi che culminano oggi

COMUNICATO

Friday for future. Condividiamo pienamente gli obbiettivi e i contenuti dello “sciopero” di domani e siamo impegnati in tutta Italia, nei Comuni piccoli e grandi, per sostenere questa battaglia. Lo facciamo, ad esempio, avendo promosso in decine di Comuni la dichiarazione di emergenza climatica, ma anche combattendo giornalmente contro la devastazione del territorio, il suo sfruttamento intensivo frutto spesso degli appetiti di lobby affaristiche, e comunque un sistema economico e sociale che dovrebbe appartenere ai ricordi del passato. Continua la lettura di Friday for future. Città in Comune: impegnati – non da oggi – nel movimento e negli obbiettivi che culminano oggi

In Turchia ennesimo golpe di Erdogan che destituisce sindaci curdi e arresta centinaia di oppositori. La Rete presenta mozione-tipo per i consigli comunali per contribuire a fermare questa barbarie

COMUNICATO STAMPA

In Turchia siamo di fronte all’ennesimo golpe di Erdogan e dei suoi sostenitori. Non può che essere così considerato il fatto che il 19 agosto i sindaci curdi HDP delle metropoli curde di Diyarbakir, Mardin e Van, eletti il 31 marzo scorso siano stati destituiti su ordine del Ministero degli Interni turco con accuse false e pretestuose, mentre i rispettivi municipi siano stati circondati dalla polizia e perquisiti.

Continua la lettura di In Turchia ennesimo golpe di Erdogan che destituisce sindaci curdi e arresta centinaia di oppositori. La Rete presenta mozione-tipo per i consigli comunali per contribuire a fermare questa barbarie