Archivi categoria: Comunicati

No agli assistenti civici. Errore da tutti i punti di vista. Sosteniamo piuttosto i Comuni invece di mandarli al collasso!

Assistente Civico, dal destino baro. Si potrebbe sintetizzare così la questione di questa nuova categoria di lavoratrici e lavoratori, parafrasando un vecchio adagio della politica.

Come Rete delle Città in Comune pensiamo infatti di essere di fronte a un grave errore, e da più punti di vista, ma che si possono tutti ricondurre ad un pervasivo e sfaccettato controllo sociale.

Continua la lettura di No agli assistenti civici. Errore da tutti i punti di vista. Sosteniamo piuttosto i Comuni invece di mandarli al collasso!

Decreto “Rilancia Italia”: uno schiaffo agli enti locali e alla loro funzione

Uno schiaffo agli enti locali e alla loro funzione, con uno sguardo al passato e nessuna idea sul futuro. Un provvedimento assolutamente insufficiente per reggere l’urto che subiscono e subiranno i Comuni, e nulla per valorizzare una necessaria funzione di prossimità che nel dramma sociale che stiamo vivendo e vivremo avrebbe permesso di salvaguardare la coesione nazionale, attraverso un nuovo protagonismo delle comunità locali. Continua la lettura di Decreto “Rilancia Italia”: uno schiaffo agli enti locali e alla loro funzione

Nelle città si usa l’emergenza per restringere ulteriormente gli spazi democratici\

Siamo preoccupati. Sono tanti i segnali nelle nostre città che pongono con forza la necessità di difendere gli spazi democratici a fronte di chi cerca di usare l’emergenza per restringerli sempre più. Continua la lettura di Nelle città si usa l’emergenza per restringere ulteriormente gli spazi democratici\

9 proposte per un futuro comune #maicomeprima

A fronte della dilagante emergenza sociale ed economica dovuta alla diffusione del Covid-19 i Comuni rischiano il collasso, stretti da anni di politiche di tagli, riduzioni dei trasferimenti, blocco delle assunzioni e privatizzazioni, e ora con entrate sempre più ridotte.
Fino ad oggi il Governo e il Parlamento sono stati sordi rispetto a queste reali e urgenti necessità, così abbiamo deciso di lanciare una campagna nazionale che parte dei territori, dentro e fuori i consigli comunali, avanzando alcune proposte che servono a rispondere ai bisogni sociali delle nostre comunità, rompendo con le politiche di austerity e neoliberiste portate avanti in questi anni dai governi e dalle amministrazioni locali tanto di centrodestra quanto di centrosinistra. Non è più pensabile muoversi dentro le logiche degli equilibri di bilancio che hanno significato minori servizi e minori tutele per la cittadinanza tutta.

Lanciamo così 9 proposte a tutti i movimenti, le associazioni, le esperienze che a livello municipale e nazionale si sono mobilitate in questi anni nei territori, perché non vogliamo tornare mai come era prima e dobbiamo costruire invece un futuro comune.

Per ogni proposta organizzeremo un’iniziativa di specifica che verrà dettagliata e lanciata in tutto il paese

Le nostre campagne – le nostre richieste (in pillole):

  1. Almeno 7 miliardi ai Comuni per affrontare l’emergenza economica e sociale
  2. Risorse straordinarie per il diritto all’abitare e alla mobilità
  3. Cancellazione delle imposte locali per i redditi più bassi
  4. Sospensione dei vincoli di bilancio per i Comuni
  5. Mutui senza interessi da Cassa Depositi e Prestiti
  6. Una riforma fiscale progressiva e una patrimoniale, per la giustizia sociale
  7. Sanatoria subito per le persone migranti irregolari
  8. Redditi e servizi per gli “invisibili”
  9. Un servizio sanitario pubblico, unico e universalistico. Contro ogni autonomia differenziata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Voltare pagina o sarà un disastro sociale Un Odg della Rete delle Città in comune

Raddoppiare i fondi ai Comuni o saranno annientati delle esigenze delle comunità locali. Atti nei consigli comunali e lancio di una mobilitazione nazionale. Dal Governo voltare pagina o sarà un disastro sociale Continua la lettura di Voltare pagina o sarà un disastro sociale Un Odg della Rete delle Città in comune

Coronavirus. La Rete delle Città in Comune: sospendere i vincoli di bilancio per i comuni!

COMUNICATO STAMPA Sospendere tutte le procedure relative ai piani di riequilibrio finanziario pluriennale e anche di dissesto degli Enti locali, consentendo così ai Comuni di far fronte – almeno parzialmente e in attesa di ulteriori e sostanziosi sostegni – alle emergenza sociali ed economiche determinati dalla diffusione del Covid-19.

Continua la lettura di Coronavirus. La Rete delle Città in Comune: sospendere i vincoli di bilancio per i comuni!

Coronavirus. Italia doppiamente a rischio. Stop al MES

Coronavirus. Italia doppiamente a rischio? Non si moltiplichino gli effetti negativi del virus in Europa. Stop al MES e subito misure economiche UE per il sostegno all’emergenza sanitaria e al reddito. Senza dare in pasto al mercato il futuro di tutti noi. Continua la lettura di Coronavirus. Italia doppiamente a rischio. Stop al MES

La Rete delle città in Comune aderisce al Comitato nazionale per il No al referendum sul taglio dei Parlamentari

COMUNICATO STAMPA

Perché non abolire direttamente il Parlamento? Se ne gioverebbe la velocità nelle decisioni e si risparmierebbero un po’ di soldi pubblici.

La nostra vuole essere certo una provocazione, ma se le motivazioni di coloro che hanno promosso e – per ora – portato a compimento l’iter del taglio del numero dei parlamentari fossero queste, allora il conseguente obbiettivo di fondo non potrebbe che essere quello dell’abolizione del Parlamento.

Continua la lettura di La Rete delle città in Comune aderisce al Comitato nazionale per il No al referendum sul taglio dei Parlamentari

Decreti Salvini e “blocco stradale” Siamo allo Stato di polizia e alla criminalizzazione della protesta. La Rete delle città in comune presenta ordini del giorno nei comuni

COMUNICATO Decreti Salvini e “blocco stradale”- La Rete: A Prato multe e in Sardegna denunce a chi sciopera e protesta. Qui siamo allo Stato di polizia e alla criminalizzazione della protesta. Ordini del giorno nei consigli comunali per abrogare la norma e a favore dei lavoratori colpiti. Continua la lettura di Decreti Salvini e “blocco stradale” Siamo allo Stato di polizia e alla criminalizzazione della protesta. La Rete delle città in comune presenta ordini del giorno nei comuni

Arresto Nicoletta Dosio. La Rete delle Città in comune: inquietante e inaccettabile. Nicoletta subito libera!”

COMUNICATO E’ stata arrestata nella sua abitazione di Bussoleno Nicoletta Dosio, storica attivista No Tav. L’arresto ha fatto seguito alla sospensione delle misure alternative, rifiutate dalla stessa Dosio in quanto ha più volte ribadito di non voler essere “carceriera” di se stessa, alla condanna subita per aver partecipato ad una mobilitazione in Val di Susa nel 2012. Da subito in tutta Italia si sono mobilitate realtà politiche, sociali e di movimento, strette nell’esprimere solidarietà a Nicoletta e richiederne l’immediata scarcerazione. Continua la lettura di Arresto Nicoletta Dosio. La Rete delle Città in comune: inquietante e inaccettabile. Nicoletta subito libera!”