Sentenza storica della Corte Costituzionale. I diritti vengono prima del pareggio di bilancio.

14a30c_ea645d3ada574ee89fa3b5d5cacf2db8mv2La Corte Costituzionale ha prodotto il 19 ottobre u.s. una sentenza storica con la quale ha con chiarezza dichiarato che i diritti fondamentali sanciti nella parte prima della Costituzione non possono essere sacrificati sull’altare del principio del pareggio di bilancio: “È la garanzia dei diritti incomprimibili ad incidere sul bilancio, e non l’equilibrio di questo a condizionarne la doverosa erogazione”. 

E’ quanto come amministratori e amministratrici locali de “Le città in comune” abbiamo sempre sostenuto.

Le conseguenze complessive e pratiche di tale sentenza dovranno essere valutate in profondità, ma sin d’ora appare chiaro come la sentenza permette di riaprire politicamente, ed in futuro probabilmente anche con azioni giudiziarie mirate, la questione del rapporto tra il principio del pareggio di bilancio imposto ai comuni, con la necessità di garantire i servizi fondamentali.

Vi proponiamo quindi una bozza di ordine del giorno – che ognuno potrà adattare alla specifica situazione locale – con la quale cominciare a prendere l’iniziativa nei consigli comunali.

Le Città in Comune

 Leggi la bozza di ordine del giorno

Alcuni riferimenti per una valutazione della sentenza della Corte Costituzionale

0 pensieri su “Sentenza storica della Corte Costituzionale. I diritti vengono prima del pareggio di bilancio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *