Archivi categoria: Buone pratiche

No alla concorrenza sulla pelle dei lavoratori. A parità di mansione parità di salario. Importante ordine del giorno approvato a Pisa.

Il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato all’unanimità, il 1° ottobre 2019,   un ordine del giorno proposto da Ciccio Auletta di Diritti in Comune, con il quale si impegna la Giunta affinché nei presenti e futuri contratti esternalizzati almeno delle Società in house e di quelle in cui il Comune ha quote azionarie significative, data la legislazione vigente, sia applicata la clausola “parità di salario a parità di mansione” e conseguentemente il contratto di lavoro in vigore presso l’Ente appaltante. Continua la lettura di No alla concorrenza sulla pelle dei lavoratori. A parità di mansione parità di salario. Importante ordine del giorno approvato a Pisa.

Comuni contro la vendita di armi all’Arabia Saudita

Su iniziativa del gruppo consiliare di Sinistra per Roma il consiglio comunale di Roma ha approvato la mozione proposta dalla Rete per la Pace contro la vendita di armi per la guerra in Yemen:

L’Assemblea Capitolina impegna la Sindaca e la Giunta a dichiarare l’assoluta contrarietà alla fabbricazione, nel territorio italiano, di armi e materiale bellico destinato a Paesi in conflitto; Continua la lettura di Comuni contro la vendita di armi all’Arabia Saudita

La Rete delle città in Comune per la disobbedienza civile al decreto Salvini

Dopo l’approvazione delle mozioni per la disapplicazione del decreto Salvini presentate anche dalla Rete delle città in Comune  – e approvate – in svariati consigli comunali, tra cui Milano, Torino, Firenze, Bologna, Brindisi con l’ordinanza del sindaco di Palermo sulla procedura per residenza anagrafica degli stranieri  – adottata in applicazione dell’Ordine del giorno presentato da Sinistra Comune – si allarga la disobbedienza civile al decreto cd “sicurezza”.

Mozione di Sinistra Comune di Palermo su residenza anagrafica stranieri approvata dal Consiglio Comunale il 7 novembre 2018 Continua la lettura di La Rete delle città in Comune per la disobbedienza civile al decreto Salvini

Continua in Toscana la privatizzazione dell’acqua e i favori alle multinazionali da parte di PD e MDP.  L’intervento di Sì Toscana a Sinistra.

La Regione Toscana è ad un bivio: può scegliere di aprire la strada alla gestione pubblica e partecipativa del servizio idrico, come ha chiesto la maggioranza dei cittadini italiani e toscani con il referendum del 2011, oppure continuare sul cammino intrapreso 20 anni fa, quello della gestione privatistica dell’acqua tramite società per azioni. Con le norme appena approvate dal consiglio regionale su proposta Pd-Mdp, ci pare purtroppo che la scelta sia chiara: continuare ad accentrare ancor di più il potere decisionale nelle mani di pochi, lasciando intatto il quadro di privatizzazione del servizio.

Continua la lettura di Continua in Toscana la privatizzazione dell’acqua e i favori alle multinazionali da parte di PD e MDP.  L’intervento di Sì Toscana a Sinistra.

A parità di mansione, parità di salario. Il comune di Massa approva la mozione di Sinistra per Massa

Il Consiglio Comunale di Massa ha approvato una mozione di indirizzo, presentata dal gruppo consiliare Rifondazione Comunista- Sinistra per Massa per l’applicazione del principio “parità di salario a parità di mansione” nei contratti dell’amministrazione e delle sue partecipate anche in presenza di esternalizzazioni, impegnando il Sindaco e la Giunta “affinché in tutti i presenti e futuri contratti esternalizzati del Comune di Massa, come di tutte le Società Partecipate, data la legislazione vigente, sia applicata la clausola ‘parità di salario a parità di mansione‘ e conseguentemente il contratto di lavoro in vigore presso l’Ente appaltante.

E’ un importante precedente per contrastare l’uso degli appalti esterni per comprimere i diritti e il salario dei lavoratori dei servizi.

Leggi e scarica il testo della mozione

San Giorgio Jonico contro il Fiscal Compact

Prosegue l’iniziativa della Rete delle Città in Comune e di Attac per il pronunciamento dei comuni contro il Fiscal Compact.  Ieri il consiglio comunale di San Giorgio Jonico ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Patto Democratico.

Ordini del giorno analoghi sono stati approvati dai consigli comunali di Esperia (all’unanimità), Aosta (approvato a maggioranza con il voto contrario della Lega), Ivrea (unanimità), Diano Aretino e Napoli (unanimità dei presenti – PD e FI non presenti in aula).

Bocciati gli Odg a Empoli (per il voto contrario del PD), Cadelbosco (PD contrario) e Albinea (voto contrario Civatiani, PD e centrodestra)

In attesa di voto gli ordini del giorno presentati a Pisa, Trento, Bologna, Monterotondo ed altri comuni.

Mozione fiscal compact San Giorgio Ionico

 

La rete delle Città in Comune aderisce alla manifestazione del 21 ottobre contro il razzismo e chi lo fomenta.

Comunicato

Roma 12 ottobre. Abbiamo già aderito con convinzione, alla manifestazione nazionale che si terrà il 21 ottobre prossimo a Roma, contro il  razzismo. Saremo in piazza con una presenza in piazza consapevole e diffusa.

Continua la lettura di La rete delle Città in Comune aderisce alla manifestazione del 21 ottobre contro il razzismo e chi lo fomenta.

Stop Fiscal Compact, la Rete delle città in comune e Attac scrivono ai sindaci

Ai Sindaci e ai Consiglieri Comunali

A fine 2017, cinque anni dopo la sua approvazione, il Fiscal Compact deve essere valutato dai Parlamenti nazionali e potrebbe, in seguito a valutazione positiva, essere inserito nell’ordinamento europeo, divenendo giuridicamente superiore alla legislazione nazionale e rendendo irreversibili le politiche d’austerità. Continua la lettura di Stop Fiscal Compact, la Rete delle città in comune e Attac scrivono ai sindaci

La rete delle Città in Comune aderisce alla petizione popolare di Attac contro il Fiscal Compact

Il Fiscal Compact, anche attraverso la restrizione delle finanze degli Enti Locali messe in atto dal Governo italiano in sua attuazione, sta determinando gravi conseguenze per la parte più debole della società . Continua la lettura di La rete delle Città in Comune aderisce alla petizione popolare di Attac contro il Fiscal Compact