Le piazze dell’alternativa. Costruiamo insieme il programma.

La Rete delle città in Comune propone una carovana, in tante città, per il cambiamento. Per costruire insieme e dai territori un programma di governo in netta discontinuità con quanto visto in questo fino ad oggi.

L’Italia che ci raccontano ogni giorno i telegiornali e buona parte degli organi di stampa è un paese rassegnato, disilluso, in declino, incapace di gettare il cuore oltre i mille ostacoli che affollano un eterno presente senza più futuro. Continua la lettura di Le piazze dell’alternativa. Costruiamo insieme il programma.

APPELLO per  una lista della Sinistra Alternativa alle elezioni regionali siciliane

 

Con la vittoria del 4 dicembre, abbiamo difeso la Costituzione: ora vogliamo che i suoi principi vengano finalmente attuati. Ci battiamo per affermare, contro i decreti Minniti-Orlando e contro la logica dei sindaci-sceriffo, che alimentano la propaganda xenofoba delle destre, i diritti di libertà e democrazia per tutte/i.

Continua la lettura di APPELLO per  una lista della Sinistra Alternativa alle elezioni regionali siciliane

Lettera aperta dalle Città in comune: Una lista unitaria e alternativa della sinistra per attuare la Costituzione

Una lettera aperta di amministratrici e amministratori locali
promossa dalla “Rete delle Città in Comune” per un percorso che, dopo le elezioni amministrative, possa contribuire a costruire – a partire dalle città – l’alternativa per il paese

“Siamo amministratrici e amministratori di città e regioni. Siamo stati e siamo protagonisti di esperienze politiche e elettorali nate sui territori e rappresentate da liste unitarie della sinistra diffusa e di alternativa. Continua la lettura di Lettera aperta dalle Città in comune: Una lista unitaria e alternativa della sinistra per attuare la Costituzione

LA RETE DELLE CITTA’ IN COMUNE ADERISCE ALLA PIATTAFORMA “NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE”

NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE
una piattaforma comune di proposte
Il fenomeno migratorio non è un’emergenza e neppure una contingenza. Le migrazioni sono un fenomeno sociale totale, rappresentano lo snodo politico della contemporaneità. L’impatto delle migrazioni, la vastità delle loro implicazioni, minano le divisioni tra un noi, sempre più labile, e loro, i senza diritti, i senza risorse, i bisognosi. Continua la lettura di LA RETE DELLE CITTA’ IN COMUNE ADERISCE ALLA PIATTAFORMA “NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE”

La rete delle Città in Comune aderisce all’appello “PER LA SOLIDARIETÀ, CONTRO L’INTOLLERANZA – Prima Tappa Ventimiglia”

Prima tappa: VENTIMIGLIA
domenica 30 aprile 2017, ore 12.00 – Stazione ferroviaria

Dar da mangiare a chi ha fame è, da sempre, il gesto fondamentale della solidarietà. È ciò che fonda una comunità di uguali. Punire la solidarietà o impedirne l’esercizio, qualunque ne sia la ragio-ne, mette in pericolo i principi e i valori minimi di umanità e di civiltà. Continua la lettura di La rete delle Città in Comune aderisce all’appello “PER LA SOLIDARIETÀ, CONTRO L’INTOLLERANZA – Prima Tappa Ventimiglia”

Restiamo umani. Una proposta di mobilitazione l’8 aprile contro i decreti Minniti-Orlando

nominnitiheadNo ai Decreti Minniti-Orlando su immigrazione e sicurezza urbana.

La “Rete delle città in comune”:
lanciamo la giornata di mobilitazione nazionale per l’8 aprile, per una risposta dal basso contro la barbarie securitaria, che fomenta la “guerra fra poveri”. Auspichiamo che siano tante e tanti i compagni di strada di quest’appuntamento.

Continua la lettura di Restiamo umani. Una proposta di mobilitazione l’8 aprile contro i decreti Minniti-Orlando

Le Città in Comune aderiscono all’appello delle associazioni contro il decreto Minniti-Orlando

NO AI DECRETI MINNITI-ORLANDO SU IMMIGRAZIONE E  SICUREZZA

Il Decreto Legge Minniti-Orlando e il Decreto ‘Sicurezza’, entrati recentemente in vigore ed in fase di conversione in Parlamento, rappresentano un passo indietro sul piano dei diritti e della civiltà giuridica del nostro Paese. Continua la lettura di Le Città in Comune aderiscono all’appello delle associazioni contro il decreto Minniti-Orlando